Grande Opera a Stoccarda

di Susanna Bõhme Kuby, su Eddyburg, 14 febbraio

Le “grandi opere” inutili e/o dannose non sono una prerogativa italiana, come sanno coloro che a livello europeo si occupano di questa problematica di vaste dimensioni. Dappertutto questi grandi progetti che implicano un oneroso investimento pubblico provocano ingenti danni non solo ambientali ma anche sociali ed economici alle comunità.
Leggi tutto

La mobilità a Firenze, il disastro

di Tiziano Cardosi, 11 febbraio 2017*

Tra anni ‘80 e primi ’90, si ipotizza Firenze come città in cui il ricorso al mezzo privato poteva essere ridotto al minimo, grazie a uno sviluppo capillare del Trasporto Pubblico Locale, indispensabile, tra l’altro, a far confluire in città le migliaia di pendolari gravitanti sul capoluogo toscano, e le decine di migliaia di residenti che proprio in quegli anni abbandonano la città, per i centri periferici, a causa dell’innalzamento dei valori immobiliari.

  • Intervento al convegno “Città pubblica vs città oligarchica”, organizzato dalla Rete e da numerosi comitati fiorentini. Cfr Budini Gattai e Agostini

Leggi tutto

La denuncia di quaranta esperti

Basta con i grandi lavori fatti per il consenso
Servono analisi vere

su Il fatto quotidiano, 5 marzo 2017.

È in corso un grande rilancio politico delle “Grandi Opere”. I denari pubblici in gioco sono moltissimi, paria circa 70 miliardi. Una cifra enorme se si pensa agli stretti vincoli di bilancio e tutti concentrati su un numero limitato di grandi interventi, a cui si sommano le risorse dei Contratti di Programma con Fsi e Anas. Il costo complessivo dei soli interventi ferroviari ammonta a quasi 26 miliardi di euro (Allegato al Def 2016), equivalente a oltre un terzo di quello complessivo di tutte le opere “strategiche”. Leggi tutto

Valutare le grandi opere

una necessità sempre dimenticata

di Marco Ponti, su www.lavoce.info, 3 marzo 2017.

Tornano di moda le grandi opere

È in corso un massiccio rilancio politico delle “grandi opere”, quasi tutte di trasporto. I denari pubblici in gioco sono moltissimi e potrebbero arrivare a 70 miliardi. Una cifra enorme se si pensa agli stretti vincoli di bilancio, per investimenti tutti concentrati su un numero limitato di grandi interventi, a cui si sommano le risorse dei Contratti di programma con Fsi e Anas. Leggi tutto