Grandi Opere: un lenzuolo per coprire le magagne

di Sergio Bologna*, 13 agosto 2018.

Cosa intende concretamente Piero Fassino quando dice che l’Italia resterà “isolata” se non si realizza la Torino-Lione? Che non mangeremo più camembert? Che per andare a Parigi dovremo passare da Londra? Oppure che ci mancheranno luce, acqua e gas? Non sto scherzando, vorrei che Fassino mi facesse un esempio concreto d’isolamento dell’Italia (o, se preferisce, dell’economia italiana) se il tunnel di base del Fréjus non venisse realizzato. Leggi tutto

Ci vuole orecchio per battere Salvini

Di Tomaso Montanari, Il Fatto Quotidiano, 31 luglio

Caro direttore, Roberto Saviano ha invitato a rompere il silenzio sulla politica e la retorica sostanzialmente fasciste di Matteo Salvini. Ho dedicato un piccolo libro (Cassandra muta. Intellettuali e potere nell’Italia senza verità, Edizioni del Gruppo Abele) al dovere di – sono parole di Bobbio – non lasciare il monopolio della verità a chi ha già il monopolio della forza: e lì ho indicato proprio in Saviano uno dei non molti intellettuali liberi, e disposti a schierarsi. Su Salvini, poi, ho preso la parola in ogni sede: scrivendo, tra l’altro, la prefazione al libro che Antonello Caporale e Paper First hanno dedicato al «ministro della paura».  Leggi tutto

Alta Voracità

di Marco Travaglio, Il fatto quotidiano, 31 luglio

L’aspetto più comico dell’opposizione politico-affaristico-mediatica al governo è che gli rimprovera contemporaneamente di non cambiare nulla e di cambiare troppo. E, delle due critiche, almeno la seconda fa ridere perché gli elettori di 5Stelle e Lega proprio questo chiedono: di cambiare. Sennò avrebbero rivotato Pd e FI. Ora, per esempio, i giornaloni scrivono che il Nord sarebbe in “rivolta”, sull’orlo della guerra civile, per la pretesa del M5S di fare ciò che ha promesso agl’italiani fin da quand’è nato: sbaraccare il Tav Torino-Lione, la più inutile e dannosa e costosa fra le grandi opere progettate negli anni 80 del secolo scorso e rimasta allo stato larvale dopo 1,6 miliardi di sprechi e 17 anni di studi e carotaggi. Leggi tutto

Le comunità solidali si incontrano

per scrivere il Manifesto del mutualismo

di Shendi Veli, il Manifesto, 18 luglio 2018

Mentre l’agenda mediatica del paese è scandita dalle sparate xenofobe del governo, fuori dai riflettori si sviluppano inziative di trasformazione sociale. Una galassia di associazioni, cooperative agricole, fabbriche recuperate si sono incontrate lo scorso aprile a Roma dando inizio a un percorso per la stesura collettiva di un documento programmatico. Le realtà coinvolte, sparse in tutta Italia, sono accomunate dalla sperimentazione di forme di produzione alternativa, fuori dalle logiche di profitto e sfruttamento. Leggi tutto